Flowmon Networks: sicurezza delle infrastrutture informative e monitoraggio di rete

Pier Carlo Bruno – A.D. Gruppo 3C “Oggi è fondamentale per ogni Azienda poter monitorare ciò che passa nella rete per riuscire, non solo a risolvere eventuali problematiche in tempi molto brevi ma addirittura poter prevenire tali situazioni con la piattaforma Flowmon Networks”.

 

Davide Chiappelli che introduce la piattaforma

Lo scorso giovedì 8 ottobre presso la location Con.Te a Savigliano il Gruppo 3C ha tenuto l’evento “Tavola Rotonda Monitoraggio di Rete”.

Argomento della giornata la presentazione della piattaforma Flowmon Networks di cui 3C è Silver Partner da tre anni con esclusiva sul Nord-Ovest.

Da sempre la mission del Gruppo 3C è quella di portare sul territorio le migliori soluzioni tecnologiche in grado di abilitare un maggiore livello di trasformazione digitale ed innovazione alle nostre imprese.

Ospiti dell’evento Aziende piemontesi di assoluta eccellenza che in questo periodo di difficoltà economica si sono ulteriormente “rimboccate le maniche” per proteggere ed incrementare il proprio business grazie anche alle soluzioni informatiche che la tecnologia di ultima generazione mette a disposizione.

Per il Gruppo 3C sono intervenuti con relativi speech: Pier Carlo Bruno (A.D. & Founder), Davide Chiappelli (Direttore Commerciale) e Nicola Mattei (S.E. Flowmon Certified).

Nicola Mattei effettua la live demo

Con la live demo della piattaforma si è potuto dare corso ad una sessione interattiva con il pubblico che ha dimostrato l’attenzione massima che il personale IT delle aziende ospiti ha verso le tematiche della continuità operativa, della sicurezza delle proprie infrastrutture informative e della necessità di utilizzare tali soluzioni per riuscire ad automatizzare al massimo lavori che porterebbero via tempo e risorse ai propri reparti.

Oggi è fondamentale per ogni Azienda poter monitorare ciò che passa nella rete per riuscire, non solo a risolvere eventuali problematiche in tempi molto brevi ma addirittura poter prevenire tali situazioni.

Due esempi di casi concreti affrontati che hanno suscitato interesse e dibattito sono stati i seguenti.

Caso 1: Rete aziendale composta da circa 200 postazioni di lavoro completamente bloccata per alcune ore in quanto un consulente esterno collegandosi alla Lan, per via di una doppia assegnazione di indirizzi IP, aveva mandato in tilt il sistema. La causa è stata individuata solamente dopo aver trovato il notebook che aveva generato il problema dopo oltre due ore di ricerca. In tale situazione avendo a disposizione uno strumento di monitoraggio e analisi del traffico sarebbero stati sufficienti pochi minuti per arrivare ad individuare la problematica.

Caso 2: A seguito di una violazione del centralino VoIP un’azienda si è trovata a dover pagare una bolletta telefonica inspiegabilmente troppo onerosa, scoprendo quindi la compromissione che aveva portato all’esecuzione in sole 48 ore di centinaia di chiamate verso l’estero da parte di criminali informatici. Fortunatamente l’episodio si è verificato a due giorni dall’emissione della bolletta perché col passare dei giorni l’impatto sarebbe stato ulteriormente gravoso. Anche in tale situazione la piattaforma Flowmon attraverso il modulo di sicurezza e riconoscimento delle anomalie sarebbe stata in grado di mandare immediatamente un alert al Reparto IT dell’azienda che prontamente avrebbe provveduto ad intervenire.